Bonus Mobili

bonusmobili_0492029e0

Grazie agli incentivi statali, infatti, si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per forni e lavasciuga). Ma non finisce qui, perché l’agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2021. In questo caso potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dall’1 gennaio 2020.
Cosa avviene dal punto di vista fiscale?

La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali e viene calcolata su un ammontare complessivo di 16.000 euro.

Come si può usufruire di queste agevolazioni?
 È sufficiente che la data di inizio lavori preceda quella dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici. Il bonus potrà inoltre essere esteso a più case, rispettando sempre la soglia dei 16.000 euro per ciascuna unità abitativa.

project2

Quali arredi rientrano nelle agevolazioni? 

Letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione. Per quel che riguarda gli elettrodomestici, invece: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, piani cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento e apparecchi per il condizionamento.

Cosa serve per ottenere le agevolazioni? 

È sufficiente effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito (non è previsto il pagamento con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento). La detrazione è ammessa anche se i beni sono stati acquistati con un finanziamento a rate.

home-img2

Per tutte le altre informazioni e per ristrutturare insieme la vostra casa vi aspettiamo nel nostro punto vendita di Bucciano.